Per poter visualizzare tutti i contenuti è necessario avere la versione attuale di Adobe Flash Player.

RITRATTO IN NATURA Ravera Enrico BENVENUTO SU DI ME PUBBLICAZIONI. SODDISFAZIONI PERSONALI. GALLERY 2. REPORTAGE. Rana Temporaria (Anfibi della val d'Aveto) - Ritratto in Natura,Ravera Enrico Nature Photography PENTEMA : TERRA DEI TRAVERSO E BEVILACQUA - Torriglia,Presepe,Tradizioni,Storia,Reportage - Ritrattoinnatura.com PENTEMA 2017 |Ritrattoinnatura Presepe di Pentema - RITRATTOINNATURA.COM GALLERY B/N LUOGHI e PAESAGGIO [Black and Wite Mountains]| Ritratto in Natura CHIESE,ABAZZIE,MONASTERI. RITRATTI ISPIRATI POESIA & PENSIERO. GUEST BOOK NUOVE FOTO VIDEO E SUONI  AMPHIBIA - [BIOLOGIA] GALLERIA MACRO Rana rossa (Rana temporaria) - Ritrattoinnatura La vita della Rana temporaria in Val d'Aveto - Ravera Enrico Nature Photography [Val d'Aveto ] La dura vita della Rana temporaria - Enrico Ravera . Nature Report Rana temporaria - Ritratto in Natura [Report] Attimi di natura della Rana temporaria in Val d'Aveto RANA MONTANA [Rana temporaria] - Anfibi della Val d'Aveto - Ritratto in Natura ANFIBI [DESCRIZIONE GENERALE ]. AMPHIBIA - [ANFIBI] GALLERIA NATURA GAMBERO DI FIUME[AUSTROPOTAMOBIUS PALLIPES] - Ritrattoinnatura FUNGHI [MUSHROOM] - Val d'Aveto SCHEDA INFORMATIVA [FUNGHI] -  FIORI - PIANTE - ORCHIDEE - [Ritrattoinnatura] MANTIDI E FASMIDI.  MANTIDE RELIGIOSA - Ritratto In Natura [SCHEDA DESCRITTIVA] Il cannibalismo per devozione della Mantide religiosa - Ritratto in natura Ritratto in Natura [Ameles Spallanzania] Dwarf Mantis.Scheda Informativa. Ritratto in Natura [Bacillus Rossius] Insetto Stecco. Scheda informativa. LEPIDOTTERI [FARFALLE] - RITRATTOINNATURA MACROFOTOGRAFIA [FARFALLE] - Ritratto in Natura [INSETTI] FARFALLE IN LIGURIA - ritrattoinnatura.com MACROFOTOGRAFIA.SCHEDA LEPIDOTTERI SCHEDE INDIVIDUALI FARFALLE THYMELICUS ACTEON.FARFALLE. LEPTDITEA SINAPIS.FARFALLE.INSETTI. GONEPTERYX RHAMNI.FARFALLE.INSETTI. MELANARGIA GALATEA.FARFALLA. RHYNCHOTA - RINCOTI - [EMITTERI - HEMIPTERA LINNAEUS,1758 ] CICALA [EHEMIPTERA ] - EMITTERI DESCRIZIONE. ORTOTTERI [ORTHOPTERA] - Ritratto in Natura  ORTHOPTERA [ORTOTTERI] SCHEDA INFORMATIVA - Ravera Enrico 

CICALA [EHEMIPTERA ] - EMITTERI DESCRIZIONE.

ORTOTTERI

FOTOGRAFIA PER PASSIONE

La cicala,propio per il suo canto,e' stata celebrata da vari scrittori e poeti.Per gli antichi Greci rappresentava l'emblema della musica,ma anche dell'eloquenza,come venne definita da OMERO nell'Iliade. Infine antichi Greci e Romani consideravano le sue ninfe come vere leccornie.

“ LA CICALA E LA FORMICA “La Cicala che imprudentetutta estate al sol cantò,provveduta di nientenell’inverno si trovò,senza più un granello e senzauna mosca in la credenza.Affamata e piagnolosava a cercar della Formicae le chiede qualche cosa,qualche cosa in cortesiaper poter fino alla prossimaprimavera tirar via:promettendo per l’agosto,in coscienza l’animale,interessi e capitale.La Formica che ha il difettodi prestar malvolentieri,le dimanda chiaro e netto:- Che hai tu fatto fino a ieri?- Cara amica, a dire il giustonon ho fatto che cantare tutto il tempo. – Brava, ho gusto;balla adesso, se ti pare.(Favola Jean de La Fontaine)

“ ALLA FORMICA “Chiedo scusa alla favola antica,se non mi piace l’avara formica.Io sto dalla parte della cicalaChe il più bel canto non vende, regala.(Favola Gianni Rodari)

IN LETTERATURA

1 INTRODUZIONE Cicala Nome comune degli insetti appartenenti alla famiglia dei cicadidi dell’ordine degli omotteri. Molto diffuse nelle regioni tropicali e temperate, sono note per il caratteristico frinìo emesso dai maschi per richiamare le femmine. La specie più diffusa alle nostre latitudini è Cicada plebeia. 2 CARATTERISTICHE FISICHELe cicale sono insetti di dimensioni medio-grandi, lunghi fino a 3,8 cm. Presentano un corpo tozzo, antenne filiformi, occhi grandi e un apparato boccale succhiatore. Le ali sono ampie e trasparenti, percorse da numerose nervature. Gli organi stridulatori si trovano nei maschi sulla parte ventrale dell’addome, all’altezza del primo segmento: si tratta di una coppia di camere contenenti ciascuna una membrana, la cui vibrazione produce il caratteristico richiamo; le femmine ne sono prive. 3 RIPRODUZIONE E CICLO VITALELe cicale sono insetti emimetaboli: vanno incontro a una metamorfosi semplice, che trasforma le larva attere (prive di ali) in insetti adulti più grandi e alati. Il ciclo vitale dura in genere tre o quattro anni; fa eccezione una specie nordamericana, Cicada septemdecim, il cui sviluppo postembrionale dura 17 anni. Dopo l'accoppiamento, la femmina usa l'ovopositore per praticare fessure nel fusto delle piante erbacee e inserirvi le uova (anche parecchie centinaia). Le forme giovanili, prive di ali e chiamate ninfe, si sviluppano nell'arco di alcune settimane, al termine delle quali cadono al suolo e si interrano a una profondità di qualche centimetro. Alimentandosi con la linfa delle piante, le ninfe maturano lentamente, impiegando un periodo variabile a seconda della specie. Quando infine emergono dal terreno, si arrampicano sul tronco degli alberi e vanno incontro alla metamorfosi. Una volta usciti dall'involucro ninfale, gli adulti si asciugano per qualche ora, si accoppiano, si nutrono di vegetali per circa un mese e al termine di questo periodo muoiono.

4 CARATTERISTICHE DEL CANTOIl periodo in cui risuona il canto delle cicale è l'estate. Alla cicala australiana spetta il titolo della più rumorosa, visto che riesce a emettere ben 100 decibel alla frequenza di 4,3 kHz; dato che le femmine sono tutt'altro che sorde, e riescono a percepire suoni al di sopra dei 30 decibel, varie altre spiegazioni sono state addotte per giustificare questi suoni: è possibile che la femmina scelga il maschio in base anche alla intensità del suono, oppure che lo scopo sia quello di spaventare o stordire gli eventuali predatori, o invece che il territorio da coprire sia in effetti molto ampio. I due muscoli che con la loro contrazione, iniziano la catena di eventi che produce l'impulso acustico, realizzano un suono avente una modulazione di 240 Hz. L'energia elastica rilasciata durante questi movimenti genera uno schiocco acustico, ma data la rapidità dei movimenti, lo schiocco si accoda ad un trenino di vibrazioni caratterizzati da una frequenza di 4,3 kHz. Lo schiocco realizza pressioni notevolissime, sfiorando i 160 decibel. La regione addominale, abitualmente, contiene una sacca aerea, oltre ad una coppia di timpani che fungono da casse armoniche, che collegano la sacca con l'esterno e riescono ad amplificare il suono di circa 20 volte. L'apparato addominale è abilitato a correggere il sistema acustico per ottimizzare la qualità del suono.

CLASSIFICAZIONE Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Phylum: Arthropoda Subphylum: Hexapoda Classe: Insecta Sottoclasse: Pterygota Coorte: Exopterygota Subcoorte: Neoptera Superordine: Paraneoptera Sezione: Rhynchotoidea Ordine: Rhynchota Sottordine: Homoptera Sezione: Auchenorrhyncha Infraordine: Cicadomorpha Famiglia: Cicadidae

La Cicala che imprudentetutta estate al sol cantò,provveduta di nientenell’inverno si trovò,senza più un granello e senzauna mosca in la credenza.Affamata e piagnolosava a cercar della Formicae le chiede qualche cosa,qualche cosa in cortesiaper poter fino alla prossimaprimavera tirar via:promettendo per l’agosto,in coscienza l’animale,interessi e capitale.La Formica che ha il difettodi prestar malvolentieri,le dimanda chiaro e netto:- Che hai tu fatto fino a ieri?- Cara amica, a dire il giustonon ho fatto che cantare tutto il tempo. – Brava, ho gusto;balla adesso, se ti pare.(Favola Jean de La Fontaine)

LA CICALA E LA FORMICA

IN LETTERATURA

FOTOGRAFIE

EMITTERI

LA CICALA [HEMIPTERA ] - Cicadidae, Reduviidae , Saldidae , Afidi , Cimici , Psyllidae , Triatominae. Emitteri Scheda informativa .

"LA CICALA : DESCRIZIONE"

1 INTRODUZIONE Emitteri Superordine di insetti caratterizzati da un apparato boccale pungente e succhiatore, costituito dai due ordini degli eterotteri (i cui membri più noti sono le cimici) e degli omotteri (tra i più comuni, le cicale e gli afidi). Il gruppo comprende circa 50.000 specie, la maggior parte delle quali, considerate tra gli insetti più nocivi all’agricoltura, si nutre della linfa delle piante; soltanto alcuni emitteri sono parassiti di vertebrati (ematofagi, come le cimici dei letti), o predatori di altri insetti, come i reduvidi, utili strumenti per il controllo biologico di altre specie nocive.2 CARATTERISTICHE FISICHE L’apparato boccale di tutti gli emitteri, adatto a pungere e succhiare, comprende un rostro munito di stiletti sottili che corrono paralleli al labbro inferiore. Questo tipo di apparato si presta a succhiare la linfa delle piante, principale alimento della maggior parte di questi insetti. Negli eterotteri, la metà basale dell'ala è solitamente ispessita in modo simile alle elitre dei coleotteri, mentre la metà superiore rimane membranosa; negli omotteri, invece, le ali sono interamente membranose. Alcune specie, in particolare i cimicidi (cimici) e i pentatomidi (dal corpo esagonale) possiedono ghiandole odorifere che secernono sostanze maleodoranti. 3 RIPRODUZIONE E SVILUPPO La metamorfosi della maggior parte degli emitteri è incompleta, ossia consiste semplicemente in una serie di mute successive che permettono l’aumento di dimensioni della larva, già molto simile all’insetto adulto, e l’acquisizione delle ali. I metodi di riproduzione di alcuni emitteri sono insoliti e complicati. In alcune specie di afidi, ad esempio, le uova che si schiudono in primavera danno luogo a femmine prive di ali che si moltiplicano per partenogenesi, ossia per riproduzione asessuata, senza l'intervento dei maschi. Dopo un certo numero di generazioni, le uova danno origine a femmine alate che volano su una specie vegetale diversa da quella su cui sono vissute le generazioni precedenti, e che ricominciano a produrre femmine prive di ali. A stagione inoltrata nascono femmine alate che fanno ritorno alle piante ospiti originali. Solo alla fine della stagione vengono prodotti individui maschili e femminili che si riproducono sessualmente. Le uova derivanti dall'accoppiamento di questi insetti rimangono dormienti per tutti i mesi invernali e si schiudono nella primavera successiva, dando inizio a un nuovo ciclo.4 SPECIE RAPPRESENTATIVE Gli eterotteri vantano sia forme terrestri che acquatiche; tra le prime, i membri delle famiglie dei pentatomidi, dei ligeidi e dei tingididi sono fitofaghi (si nutrono di piante). I cimicidi, prima fra tutte la cimice dei letti (Cimex lectularius), si nutrono invece del sangue dei vertebrati. Tra gli eterotteri acquatici, i generi Ranatra e Nepa contano membri di dimensioni assai minute. I membri della famiglia belostomidi, invece, comunemente noti come cimici d'acqua, possono raggiungere dimensioni notevoli: in alcuni casi, superano addirittura i 10 cm di lunghezza. L’ordine degli omotteri comprende esclusivamente forme terrestri. Le cicale sono riunite nella famiglia dei cicadidi; i pidocchi delle piante nella famiglia degli afidi; le cocciniglie, caratterizzate da un rostro particolarmente lungo, nella famiglia dei coccidi. Classificazione scientifica: Gli emitteri costituiscono un superordine della classe degli insetti, phylum artropodi, costituito dai due ordini degli eterotteri e degli omotteri.

"LA CICALA APPARTIENE ALLA CATEGORIA"

"DEGLI INSETTI EMITTERI"

"CARATTERISTICHE DEGLI EMITTERI"

I RINOCOTI O EMITTERI